2020: io c’ero

auguri 2021

Confinati e sfiancati, eccoci arrivati alla fine del 2020. La voglia di vivere è sempre quella, e mi ritrovo con il vestito impolverato e la suola delle scarpe consumata. Abbiamo vissuto un anno pieno di avvenimenti. E adesso che fare? Lamentarsi?

Sanremo, via Matteotti

Lo scienziato conta i vantaggi (pochi) e gli svantaggi (molti) del vivere nell’era del Covid-19, e fa un bilancio. Il filosofo elabora una nuova teoria sul distanziamento sociale. Il sociologo annaspa oggi annaspa domani si è fatto molte domande, e ha scritto un libro -di discreto successo- senza nessuna risposta. I politici rimbalzano tra il permissivo e il rigoroso tentando una sintesi con un nuovo gioco, l’Italia tricolore: gialla, arancione e rossa.

Sanremo, piazza Eroi Sanremesi

È fin troppo facile prendere in giro chi ha la responsabilità di amministrare un casino del genere. I medici sono i nuovi intellettuali. Onnipresenti in televisione e su tutti i media passano le giornate dispensando consigli pieni di buon senso. I giornalisti si occupano di rimestare questo minestrone di paure e opinioni, tentando una sintesi impossibile. E noi, che non siamo scienziati, filosofi, sociologi, politici, medici o giornalisti, cosa possiamo dire? Possiamo ricordarlo questo anno balordo, possiamo dire “io nel 2020 c’ero”.

Vallecrosia, via Aurelia

Direi che è abbastanza, ce la siamo cavata. L’immagine che vedete in testa all’articolo l’avevo già usata l’anno scorso, ma visto come è andata, la pubblico di nuovo, sperando che smetta di piovere. Buon 2021.

3 commenti su “2020: io c’ero

  1. Ciao Max speriamo davvero in un 2021 che consenta una svolta per un ritorno ad una vita più serena di così. Io nel frattempo, mi son messo in casa qualche ombrello… Buon anno, a te e alla tua famiglia un abbraccio forte

  2. Anche i brutti sogni svaniscono evaporando al suono della sveglia e i ricordi, dolorosi e appiccicosi, vagano minacciosi finchè non si sciolgono nell’usuale confusione della nostra ansia di vivere. Good job Max, mani giunte in ringraziamento. G.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione